Si vîf - canzone per canzone

Si vîf / Si vive: Si vive  di viaggi, di solitudine, di tempo che con il tempo diventa di seconda mano, si vive di un pianto nascosto e  senza buoni ricordi non si cresce mai abbastanza, si vive comunque ma costa qualcosa il più.

Las agrimes / Le lacrime: Lacrime che ti raccontano, lacrime che sono il doppio filo che lega la vita al cuore. Si muovono presto le tue lacrime conoscono i torti e le ragioni, diventano ruscelli di un mare che si asciuga.

Om o furmie / Uomo o formica: Avvertire l'appartenenza, il senso della terra, la necessità dell'altro. La terra cammina assieme a te e ti rincuora, vuole che tu la segua e che l'ascolti.

J ai clamât la mê vite / Ho chiamato la mia vita: Un chiarimento fra un uomo e la sua vita, una serata passata insieme: rimproveri e complicità attorno al  vuoto che non si riempie con le comodità e le facili soluzioni.

Foes / Foglie: Carnia, è autunno, un ragazzo scandisce il tempo di una stagione, le foglie cadono, lui rivede le tante giornate che si avvicendano e il mutare delle stagioni lo collegano al tempo che passa. Forte avverte il "sapore" della sua infanzia che si trasforma in foglia e cade.

Ce ch'a è? / Cos'è?: Brevi riflessioni su ciò che c'è e non si vede bene. La vita si presenta in tanti aspetti e si lascia leggere e interpretare, come una donna che ballando alza la gonna e ti fa capire che è bello amare la musica.

La tô vous / La tua voce: Ci sono domani che non ritornano, persone che non si rivedranno più. Ci sarebbe tanto da dirsi e le voci insistono e ti chiamano. Vorresti parlare ma non è più possibile. Il dialogo è lasciato al silenzio, una muta nostalgia ti accarezza e ti accompagna.  

Semence / Seme: Il seme viaggia con l'aria e non conosce confini. L'uomo invece vive di mura e di finestre chiuse, l'uomo fatto di silenzio, che vive di confusione è come un fiume che passa ma che esiste da sempre.   

Une peraule buine / Una parola buona: Sono fatto per il "noi", ma vivo solo di me. Sono in ostaggio di me stesso e non sento il resto. Faccio fatica ad amare e allontano ciò che mi è più vicino. Se non semino non raccolgo, e non so dirti che mi manchi. La parola buona, è la parola che diventa essere.

Ultims pinsîrs / Ultimi pensieri: Una musica suona e una lacrima balla. Nel silenzio della tua casa, fra le mura del tuo essere hai paura. Porti con te qualcosa che non è mai finito. E non c'è mai tempo abbastanza. Sono lunghi gli anni insieme così come sono lunghi gli anni se rimani solo.

 

Acquista il cd.
- Emporio Musicologi
- Amazon UK

Altro in questa categoria: « Newsletter Credits »