Maieron - Rassegna stampa - Il troi e la ruvîs

Folk Club: nell’auditorium di San Quirino assieme a Somaglino, Grimaz, Marangone, Strukelj e Magrelli Teatro-canzone con Maieron

di Nicola Cossar
Il Messaggero veneto - 20 Maggio 2001
Il cantautore carnico presenta oggi a Udine lo spettacolo “Il troi e la ruvîs”
UDINE – Il troi della saggezza scende a valle. Tarvisio, Comeglians, Artegna e adesso Udine: lo spettacolo di teatro-canzone di e con Gigi Maieron, successo dopo successo, fa tappa stasera in città, ospite (alle 21) della parrocchia di San Quirino (sala Madrassi) di via Gemona quale secondo appuntamento di Musica, pensieri e parole per te, rassegna di cinque importanti concerti voluti dal Folk club di Buttrio per ricordare a 5 anni dalla scomparsa il proprio fondatore e primo presidente Fabrizio Durì, morto di leucemia a soli 32 anni.

"Il troi e la ruvîs", lo specchio di un'anima

di Sandra Mansutti
Il Gazzettino - 1 Maggio 2001

Artegna - Parole, parole dette e cantate, parole che dichiarano il proprio limite - l'ambiguità e il falso - e cercano la ragione e la radice o cedono a un silenzio che è ascolto, musica. E nelle parole, dette e suonate, c'è un intero mondo, una vita vissuta e viva, perché "la parola vera è quella che diventa essere" e risuona e rivive in chi l'ascolta.

Il troi e la ruvis, spettacolo di musica e parole

di Nicola Cossar
Il Messaggero veneto - 29 Dicembre 2000

Sulla giostra della vita si sta bene: sicurezze materiali, riferimenti saldi, un guscio protettivo che tiene lontani i dubbi dell'esistenza con la formidabile arma del consumo e dell'effimero spesso assurto a valore. Ti senti al sicuro. Eppure un bel giorno ti svegli e ti accorgi che la velocità è cambiata, che ti manca qualcosa; cominci ad aver paura, a sentirti fragile, dedtinato ad una fine inevitabile come ogni essere vivente. Insomma, ti guardi allo specchio e ti vedi come sei realmente. Prima o dopo, capita.