È tornato Mauro Corona, ed è tornato con un libro scritto a quattro mani con l’amico Luigi Maieron, cantautore e poeta friulano. Non è un romanzo, questo libro, ma racconta storie: storie vissute, sentite e lette, storie antiche e recenti, di Mauro, di Luigi, di un mondo a tratti uguale e a tratti diverso da quello di oggi, un mondo che, in ogni caso, ha ancora molto da insegnarci. In “Quasi niente” (Chiarelettere), come ci ha detto durante l’intervista, i due autori si sono “tirati giù i pantaloni”, raccontando le paure, le vette e le cadute di due uomini che una sera si sono seduti a tavola con un bottiglione di vino e hanno cominciato a parlare.

Pubblicato in RASSEGNA STAMPA

Luigi Maieron e Mauro Corona incontreranno il pubblico per presentare il loro nuovo libro "Quasi Niente".

28 Aprile - Ore 18.30
Libreria Friuli
Via dei Rizzani
Udine

1 Maggio - ore 18.30
Montagna di libri | Trento Film Festival
Via Santa Croce 67
Trento

4 Maggio - Ore 21.00
Palazzo Roncale
Piazza Vittorio
Rovigo

6 Maggio - Ore 18.30
PalaLevico
Viale Lido 4
Levico

14 Maggio - Ore 18.30
Associazione Vicino Lontano - Casa Cavazzini
Via Cavour 14
Udine

Pubblicato in Notizie

C'è attesa per il libro scritto a quattro mani da Mauro Corona e Luigi Maieron, quasi niente, che sarà presentato ufficialmente sabato sera all'auditorium Candoni di Tolmezzo e sarà in libreria per i tipi di Chiarelettere nei prossimi giorni. Un libro di confidenze tra amici, di riflessioni e pensieri giocato sul filo dei ricordi, delle storie di persone semplici ma uniche, che dalle montagne del Friuli, dai piccoli paesi della Carnia "dove non nevica firmato e ci si può chiamare da una costa all'altra....
di Mario Brandolin - Messaggero Veneto del 16 marzo 2017

Pubblicato in RASSEGNA STAMPA

Esiste una via alternitva e fattibile a questi tempi dominati dalla frenesia, dalla spasmodica ricerca del successo? Sono queste le domande, forse retoriche, ma attualissime, cui cercano una risposta Mauro Corona e Luigi Maieron in Quasi niente, dal 16 marzo in libreria per Chiarelettere. Un composito duo montano - Corona è di Erto (Pordenone) Maierona di Cercivento (Udine) - che convoca accanto a se il lettore...

Pubblicato in RASSEGNA STAMPA

Muaro Corona e Luigi Maieron, figli entrambi della Valcellina il primo e della Carnia il secondo si incontrano nelle pagine di "Quasi niente" in uscita il 16 marzo per Chiarelettere.
"Un libro nato da un'amicizia e dalla voglia di condividere qualcosa di noi - dice Corona davanti ad un registratore e qualche bottiglia di vino".

Pubblicato in RASSEGNA STAMPA
Sabato, 25 Febbraio 2017 09:41

Mauro Corona & Luigi Maieron - Quasi niente

Mauro Corona e Luigi Maieron presentano “Quasi niente”

Quasi niente ha il sapore antico delle storie narrate un tempo davanti al focolare. Storie che intrattenevano liberando sapienze semplici ed essenziali, di cui oggi si sente la mancanza. In quest’epoca frenetica dominata dai miti del successo, della vittoria a ogni costo e dell’arricchimento, Corona e Maieron portano un contributo diverso e spiazzante. Parlano di sconfitta, fragilità, desiderio, pace interiore, lealtà, radici, silenzio, senso del limite, amore, rievocando personaggi leggendari come Anna, Silvio, Menin, Tituta, Tacus, Orlandin, Cecilia, Tin, il trio Pakai e molti altri. Uomini e donne che non hanno trovato spazio nei libri di storia ma hanno saputo lasciare un messaggio illuminante, che può trasformare le nostre vite. “Filosofastri” le cui minute sapienze tramandano la memoria di chi vive nelle piccole valli, dove non nevica firmato e ci si può chiamare da una costa all’altra.
Questo libro ha un precedente nella voce. Nasce dall’incontro tra due grandi amici che, in una conversazione appassionata e godibilissima, alternano delicatamente storie, aneddoti, riflessioni e citazioni regalandoci un piccolo e prezioso gioiello. Una filosofia minima e pratica che al linguaggio gridato preferisce l’arte di sussurrare, in cui l’etica del fare ha sempre la meglio sull’estetica dell’apparire. Una filosofia che proviene da un passato rievocato senza nostalgie. Un tempo in cui i valori erano vissuti concretamente non per moralismo ma perché aiutavano a stare meglio.
Quasi niente è l’ultima traccia di un mondo ben diverso da quello in cui viviamo oggi. Un mondo duro, feroce, ma che ha ancora molto da insegnarci.

Mauro Corona è nato a Erto (Pordenone) nel 1950. È autore di Il volo della martora, Le voci del bosco, Finché il cuculo canta, Nel legno e nella pietra, Aspro e dolce, L’ombra del bastone, Vajont: quelli del dopo, I fantasmi di pietra, Cani, camosci, cuculi (e un corvo), Storia di Neve, Il canto delle manére, La fine del mondo storto (premio Bancarella 2011), La ballata della donna ertana, Come sasso nella corrente, Venti racconti allegri e uno triste, Guida poco che devi bere: manuale a uso dei giovani per imparare a bere, La voce degli uomini freddi (finalista premio Campiello 2014), Una lacrima color turchese, I misteri della montagna, Favola in bianco e nero, La via del sole e delle raccolte di fi abe Storie del bosco antico e Torneranno le quattro stagioni, editi da Mondadori. Ha pubblicato anche La casa dei sette ponti (Feltrinelli 2012) e Confessioni ultime (Chiarelettere 2013).

Luigi Maieron è nato a Cercivento (Udine) nel 1954. Dal nonno e dalla madre ha ereditato la passione per la musica, iniziando a suonare fin da bambino nella sua Carnia. Ha vinto tre edizioni del Festival del canto friulano (1993, 1995, 2012) e il premio Friùl (1997). Ha avviato una collaborazione artistica con Mauro Corona e Toni Capuozzo con lo spettacolo Tre uomini di parola. Nel 2002 ha pubblicato l’album Si Vîf, prodotto da Massimo Bubola, ottenendo un ottimo successo di critica e collocandosi al secondo posto al premio Tenco. Il suo album più recente s’intitola Vino, tabacco e cielo (2011). Su “la Repubblica” Gianni Mura ha definito Maieron “un albero che ha il dono della parola”.


Pubblicato in Notizie