La cidule

Tradizione carnica che consiste nel lancio "das cidulas", rotelle in legno ricavate dal sezionamento di un tronco di abete giovane: rotelle che vengono arroventate sul fuoco e lanciate da una postazione ben visibile del bosco. Il lancio è preceduto da una litania che indica i nomi delle nuove coppie di una comunità. Una ragazza aspetta inutilmente di sentire il proprio nome. Tornando a casa si domanda: "ma io non piaccio a nessuno?" Forse è troppo presto, forse la sua "cidule" sarebbe arrivata l'anno dopo.

 

Spietavi ch’a tornas la sere di San Zuan
sul imbrunî cidin stavi a scoltâ
il fûc insomp dal zup tal bosc a cor la vous
lusignes tal prât, lusignes tal prât
Vade vade vade cheste biele cidule
ch'a vadi in onôr, ch’a vadi in onôr…
il cûr a mi bateve tal stâ a spietâ il gno non
ma al ere un ati non simpri un ati non
Dut a passe dut a reste dut a cambie di colôr
dut a passe dut a reste dut a cambie di colôr
Dut a passe dut a reste dut a cambie di colôr
ma al ere un ati non simpi un ati non
il fûc a si studave pierdude la sperance
no plâs a dinissun, a dinissun
Dut a passe dut a reste dut a cambie di colôr
dut a passe dut a reste dut a cambie di colôr
Il fûc a si studave, pierdude la sperance
no plâs a dinissun a dinissun
m’indurmidive plan ch’a seti masse prest
me tiraran un’ati an, un’ati an
Dut a passe dut a reste dut a cambie di colôr
dut a passe dut a reste dut a cambie di colôr

Aspettavo tornasse la sera di San Giovanni
sull’imbrunire in silenzio stavo ad ascoltare
il fuoco in cima al colle nel bosco corre la voce
faville nel prato faville nel prato
Vada vada vada questa bella ‘cidule’
che vada in onore che vada in onore di…
il cuore mi batteva ad aspettare il mio nome
ma era un altro nome sempre un altro nome
Tutto passa tutto resta tutto cambia di colore
tutto passa tutto resta tutto cambia di colore
Tutto passa tutto resta tutto cambia di colore
ma era un altro nome sempre un altro nome
Il fuoco si spegneva perdevo la speranza
Non piaccio a nessuno? Non piaccio a nessuno?
Tutto passa tutto resta tutto cambia di colore
tutto passa tutto resta tutto cambia di colore
Il fuoco si spegneva si perdeva la speranza
non piaccio a nessuno non piaccio a nessuno
mi addormentavo piano… forse è troppo presto
forse… un altro anno un altro anno
Tutto passa tutto resta tutto cambia di colore
tutto passa tutto resta tutto cambia di colore

Luigi Maieron: Voce, Chitarra acustica
Davide “Billa” Brambilla: Fisarmonica
Ellade Bandini – Elvis Fior: Batteria
Franco Giordani: Mandolino
Simone Serafini: Basso

Letto 3085 volte
Altro in questa categoria: « Vino tabacco e cielo Cosa senti »