Testi Anime Femine

Anime femine

Anime femine Comença da un'âte bande, Comença da un'âti puest cun ce ch'a ven e...

La strade di mieç

La strade di mieç
Chest timp al à parturît
i oms ch'al à volût
e al ti dà se tu stâs
e al ti pâe se tu seis;
ma nol à dûl di chei ch'a sìntin il nue,
e nol à dûl di chei ch'a sìntin il nue.

Saltâ da une a di chê âte,
saltâ cul gno peis di plume
denti di me a no cambiarà mai:
jò sei di un amôr ch'a no mi cjale
e nol à dûl di chei ch'a sìntin il nue,
a nol à dûl di chei ch'a sìntin il nue.

A sofle un'âte arie e jò stoi a sintî;
il biel crodût,
il biel ch'al pâe,
jò stoi a sintî;
las mês piçules goles, cjadenes di òres
la mê strade di mieç jò, jò la intivi e no.

Jò sint i miei dîs agns di mancul
e i vîf i miei dîs agns di plui
jò sai che doman
alc di me al cirarà ce ch'i lâssi daûr
e a nol à dûl di chei ch'a sìntin il nue
e a nol à dûl di chei ch'a sìntin il nue.

La strada di mezzo
Questo tempo ha partorito
gli uomini che ha voluto,
ti dà se ci stai,
ti paga se ci sei;
ma non ha pietà di chi sa sentire il nulla,
non ha pietà di chi sa sentire il nulla.

Saltare da un giorno all'altro,
saltare con il mio peso di piuma
dentro di me non cambierà mai:
io sono di un amore che non mi guarda
e non ha pietà di chi sa sentire il nulla,
non ha pietà di chi sa sentire il nulla.

Soffia un'altra aria ed io resto a sentire
il bello aspettato,
il bello che paga,
io resto a sentire
le mie piccole voglie, catene di ore,
la mia strada di mezzo, la trovo e no.

Sento i miei dieci anni in meno
e vivo i miei dieci anni di più
so che domani
qualcosa di me cercherà ciò che ho lasciato
e non ha pietà di chi sa sentire il nulla,
non ha pietà di chi sa sentire il nulla.

Letto 252434 volte