Testi Anime Femine

Anime femine

Anime femine Comença da un'âte bande, Comença da un'âti puest cun ce ch'a ven e...

Scolte la cjere

Scolte la cjere
I cîr peraules buines
e la mê vous a tas!
La vous di un om ch'al diseve
e al è pierdût dut ce ch'al è det.
Biel a binore la buine stele
a ti promet ch'a ven,
ma dopo cuant ch'a è sere
mi 'nacuarç ch'a no manten.
Tal mieç dal bosc no sai ce dî.
Resti a scoltâ.
A 'nd'è moments ch'a si è bessoi,
moments ch'ài vâl par doi;
sintî trimâ une fôe,
spietâ ch'al jôvi il dì
il cibicâ dal bosc d'atom
e denti un'âti om.
Scolte la cjere
reste cidìn!
Sôre il timp ch'al passe
viout ce ch'i pierdìn.
A van e a vègnin âtes vous
a fìl tra vecjo e nûf
e denti ce ch'al ‘è stât det:
cetant ch'al è tasût.
Biel a binore la buine stele
a ti promet ch'a ven,
ma dopo cuant ch'a è sere
mi 'nacuarç ch'a no manten.

Ascolta la terra
Cerco parole buone
e la mia voce tace.
La voce di un uomo che raccontava
e ha perso tutto ciò che ha detto.
Alla mattina la buona stella
ti promette di arrivare
ma poi, a sera
mi accorgo che non mantiene
Nel mezzo del bosco non so cosa dire.
Resto ad ascoltare.
Ci sono momenti che si è soli,
momenti che valgono doppio;
Sentire il tremare di una foglia
aspettare che si alzi il giorno,
il sussurrare del bosco d'autunno
e dentro un altro uomo.
Ascolta la terra,
resta in silenzio
sopra il tempo che passa
guarda ciò che perdiamo.
Vanno e vengono altre voci
a filo tra vecchio e nuovo
e dentro ciò che è stato detto
quanto è stato taciuto.
Alla mattina la buona stella
ti promette di arrivare
ma poi, a sera
mi accorgo che non mantiene

Letto 58120 volte
Altro in questa categoria: « L'om ch'al vîf ta strade L'âghe grande »